17 giu 2013

“Un sito no profit” di Nicola Imbimbo

TED, Technology Entartainement Design è un sito no profit, con oltre un milione di contatti al giorno. Nato nel 1984 in California, per mettere insieme le professionalità e le competenze nei campi della tecnologia, del design, della comunicazione  e della cultura nel senso più ampio con lo scopo di diffondere e far conoscere “idee che meritano”, ideas worth spreading come si legge nel logo del sito. Ebbene tra le “idee” che meritano di essere diffuse in tutto il mondo sono entrate a buon diritto, nelle scorse settimane, alcune “idee” nate e sviluppate in Sardegna, che realizzano o esprimono allo stesso tempo  tradizioni,cultura e innovazione.

Eventi locali organizzati autonomamente, attraverso il programma TEDxViaTirso della cooperativa Infomouse di Musei, sono diventati così spazi di confronto e di analisi in cui modelli virtuosi – sardi  ma universalmente validi – sono entrati nell’immenso circuito del Web. Si tratta di riflessioni e suggerimenti su problemi che caratterizzano il territorio e la società sarda e che vengono messi a disposizione delle istituzioni, delle forze sociali o dei singoli cittadini.
Le prime TEDx Conference locali,  quasi tutte in lingua sarda, sono state presentate da Carlo Salis in una conferenza  stampa promossa dalla cooperativa Infomouse.
Salis è stato con determinazione e convinzione il vero promotor dell’accordo con TED, il gigante californiano del Web, grazie al quale entrano nella rete Internet conversazioni tenute in Sardegna da esperti o protagonisti diretti, dedicate ciascuna ad un tema specifico “che merita” di essere raccontato, conosciuto e discusso. Le prime due conversazioni affrontano in maniera nuova e totalmente diversa il tema antico e sempre attuale della lingua sarda, aprendo il dibattito a prospettive inedite e innovative, che costituiscono un arricchimento al tradizionale e annoso dibattito-scontro che vede impegnati nel recupero della lingua sarda, linguisti, cultori, politici e cittadini.
Silvano Tagliagambe, docente di filosofia, ha “registrato” per TEDxViaTirso una riflessione scientifico-filosofica sulle opportunità che offre una formazione culturale bilingue. Una riflessione autorevole essendo Tagliagambe, tra l’altro, componente del Comitato scientifico FISEC (Foro Iberoamericano Sobre Estrategias de Comunicaciòn), una associazione latino americana nata nel 2003 cui partecipano accademici di centinaia di università, esperti ed operatori nel settore della comunicazione del mondo.
Gianni Loy parla, brillantemente in sardo, di “Plurilinguismo e infanzia” raccontando l’esperienza di un percorso educativo plurilingue in seno alla sua famiglia. Attraverso questa esperienza, il figlio ha l’opportunità di apprendere dal padre il sardo, dalla madre lo spagnolo e dalla scuola e dall’ambiente esterno l’italiano.
Su un altro problema, antichissimo ma affrontato in maniera molto moderna,  parla (ovviamente in sardo) Renato Illotto nella sua conversazione “Pastorizia e cooperazione, l’unione fa impresa”. Illotto è un allevatore, presidente della  Cooperativa Allevatori Ovini ( C.A.O.) di Oristano che oltre a definire con espressioni quasi poetiche, certamente appassionate, l’originalità e la peculiarità della pastorizia sarda riferisce del tentativo della cooperativa  di rendere sempre più compatibili le esigenze dei pastori e le peculiarità dell’allevamento ovino sardo con le moderne regole delle istituzioni e del mercato.
L’ultima TED Conference presentata ,affronta un tema di grande attualità: come superare la grave crisi indotta dal sistema finanziario, la conseguente crisi economica, la restrizione del credito e la mancanza di liquidità, per fare impresa. A parlarne nel sito è  Carlo Mancosu, responsabile comunicazione Sardex e consigliere delegato di Eutopia Srl. Si tratta di una sfida alle regole che governano il mondo della produzione e del mercato, che la società Eutopia sta portando avanti con successo introducendo una “moneta” locale virtuale, basata sullo scambio di merci e di servizi, chiamata appunto sardex. La conversazione di Mancosu che parla di “Sardex, la moneta cooperativa”, ci introduce in questo nuovo-antico sistema che sta avendo un notevole successo in Sardegna, dove conta  già qualche migliaio di aderenti e diverse analoghe esperienze in altre regioni italiane ad imitazione di Sardex.

E’  utile segnalare, per quelli che vogliono vedere le registrazioni, ed eventualmente commentarle il link del sito: www.tedxviatirso.com
Altre registrazioni seguiranno soprattutto se queste prime avranno successo, che in questo campo vuol dire molti contatti col sito. E’ quanto ha auspicato Carlo Salis concludendo la conferenza stampa che ha ricordato come le idee esposte con una formula abbastanza rigida e senza dialogo, possono essere commentate, criticate, elogiate o arricchite intervenendo sul sito che propone le conferenze.

Il Manifesto Sardo: posted on 16 giugno 2013 Un sito no profit di Nicola Imbimbo

Leave a Reply